Storia dell'Irlanda

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare l'Irlanda

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Storia dell'Irlanda

 

Storia dell'Irlanda

Abitata fin dalla Preistoria, come testimoniano i numerosi resti megalitici, a partire dal IV secolo a.C. in Irlanda si stanziano popolazioni celtiche e gaeliche provenienti dall’Europa. Da notare che i Romani non conquistarono mai l’isola e ciò ha permesso la permanenza e lo sviluppo della cultura celtica.

Nel V secolo San Patrizio, amato patrono d’Irlanda, converte la popolazione al cristianesimo. Ciò ha un fortissimo influsso sia sull’architettura, con la costruzione di innumerevoli monasteri e abbazie, che sulla cultura popolare di questo paese, ancor oggi fortemente legato al cattolicesimo.

A partire dall’800 la regione viene invasa dai Vichinghi, che fondano Dublino e si stabiliscono nella parte orientale del paese, saccheggiando e devastando tutta l’isola negli anni a venire. E’ solamente nel 1014 che Brian Boru, re d’Irlanda, riesce a guidare i celti alla definitiva vittoria sugli invasori vichinghi.

Nel XII secolo, gli anglo-normanni, al comando di Enrico II d’Inghilterra, occupano Dublino e la regione circostante e i grandi signori feudali inglesi si spartiscono i territori orientali e centrali dell’isola, costruendovi numerosi castelli e fortezze. Inizia così un dominio che dura ben sette secoli e che vede il susseguirsi di numerose ribellioni e dure repressioni.

Nel 1801 l’Irlanda entra a far parte del Regno Unito e poco dopo viene duramente colpita da una grande carestia, “The Great Famine” che, tra il 1845 e il 1851, uccide centinaia di migliaia di persone e ne costringe altrettante a emigrare, principalmente negli Stati Uniti d’America.

Dopo un travagliato percorso e una breve ma violenta guerra per l’indipendenza, durata dal 1919 al 1921, l’Irlanda diviene Stato Libero, mentre sei delle sue contee, corrispondenti all’attuale Irlanda del Nord, rimangono parte del Regno Unito. Nel 1949 vengono tagliati gli ultimi vincoli costituzionali che ancora legavano la Repubblica d’Irlanda al Regno Unito e nel 1973 la Nazione entra a far parte dell’Unione Europea.